beauty, food, science

LA DANZA DEI COLORI !

“C’è sempre una sottile, incomprensibile linea  tra  semplicità e complessità”

In pratica a Stanford, incuriositi dallo strano comportamento di gocce di colorante alimentare, un trio di bioingegneri  ha scoperto la fisica che consente a determinate miscele di fluidi di percepire l’un l’altro ed interagire.

In determinate cicostanze queste goccioline si comportano come veri e propri ” attori di una coreografia della fisica molecolare”  andando ad imitare i processi di percezione e motilità adottati dalle cellule viventi , noti come CHEMIOTASSI.

Le goccioline di questo esperimento consistevano di due composti molecolari presenti naturalmente nei coloranti alimentari: acqua e glicole propilenico.

In sostanza, le goccioline ballavano a causa di un delicato equilibrio tra tensione superficiale ed evaporazione.

L’evaporazione è facilmente comprensibile.

La tensione superficiale invece no; ma comunque, nasce da come strettamente le molecole in un liquido si legano insieme.

L’acqua evapora più velocemente del glicole propilenico e presenta anche una maggiore tensione superficiale. Queste differenze creano un flusso a spirale all’interno delle gocce, che consente loro non solo di muoversi, ma permette anche ad una singola goccia di percepire i suoi vicini.

Ti chiederai, “Ok, e allora??”…Di prospettive future non te ne parlo perchè  bioingegneria e fisica per me sono fuori portata. Ma, nonostante ciò, sono rimasta meravigliata dalla bellezza della scienza.

Se vuoi, ti lascio l’ articolo http://www.nature.com/nature/journal/vaop/ncurrent/full/nature14272.html#videos

“Se la necessità è la madre dell’invenzione, poi la curiosità è il padre”, ha osservato uno dei ricercatori ( M. Prakash)

Premi play e non te ne penti.

Standard
Uncategorized

BENEFORTE SUPER BROCCOLI

1- NO OGM

2- DANNATAMENTE SALUTARI

3- TUTTI ITALIANI

Vi spiego la storia.

Circa 20 anni fa, un gruppo di scienziati inglesi decide di scendere dritto in Campania e prelevare la specie selvatica dei broccoli (ndr, Brassica villosa).

Tornano a casa e cominciano un paziente programma di miglioramento genetico, fatto di impollinazione incorciata tra la specie selvatica e la varietà commercializzata e selezione, fino a che giungono ad ottenere questo piccolo gioiellino, caratterizzato da un contenuto di grucorafanina circa 3 volte superiore rispetto alla varietà comune (..e lo stesso sapore).

Circa 10 anni fa cominciano gli studi riguardo i benefici sulla salute umana (ancora oggi finanziati).

Risultati: spiccata attività antiossidante ed anticancerogena della nuova varietà, comparata con quella comune.download

In particolare, una volta nel sangue la grucorafanina viene convertita in sulforonano, il quale agisce a livello dei mitocondri e  regola l attivazione di geni che riducono l’eccesso di radicali liberi nelle cellule, contribuendo al miglioramento del metabilismo. Inoltre, sono ricchi in vitamina A, C e fibre che favoriscono la prevenzione di problemi cardiovascolari.

Qui l’ articolo: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3743733/

Tutto molto bello, tanto è vero che la varietà è da circa 2 anni disponibile nei banchi frigo di migliaia di supermercati in UK, col nome di BENEFORTE ( in onore all’ origine  italiana).

Ebbene sì, siamo di fronte all’ ennesimo caso di ” SCAPPO DAL SUD PER FARE SUCCESSO”.

E a me, personalmente, rode un pò.

Ma questa è un altra storia.

Standard
health, tecnologia

Scienza a portata di Smartphone!

Gli accessori smartphone sono come non mai nel pieno del successo; solo per citarne qualcuna: aste facilita-selfie, lenti per foto ultra-fighe, cover a forma di mano da tenere strette in momenti di solitudine, caricabatterie portatili che danno l’ idea di portare un malato terminale in borsa, e blablabla.

Ad oggi (e spero venga diffuso presto) un team formato da ricercatori della Columbia University e del Rwanda Biomedical Center, hanno progettato un semplice cheap in grado di  effettuare test ( ELISA, per gli addetti del settore, ndr) per l’ analisi multipla di malattie infettive in soli 15 minuti. Tutto ciò che serve è una goccia di sangue posta sul cheap; premi il bottone nero e, come per magia, il dongle crea un vuoto per il passaggio del sangue attraverso piccoli canali immobilizzati su una lastrina usa e getta, che è in grado di rilevare la possibile infezione.

Le ricerche sono state condotte in 3 diverse cliniche del Rwanda, dove i ricercatori hanno analizzato rapidamente 96 pazienti per HIV e forme latente ed attive della sifilide.

Rispetto ai test attualmente usati, il dongle si è dimostrato il 96% più accurato e più specifico; ciò ha portato i ricercatori a definirlo un potente ed efficiente strumento per la diagnosi di malattie infettive mortali, in costante aumento a livello modiale.

Prospettive future: messa in vendita a 34 dollari( 🙂 ) per ricerche su ampia scala e favorire un rapido ed affidabile screening di tali malattie nelle zone più remote del mondo + sviluppo di nuovi cheap in grado di analizzare altre malattie infettive basandosi sempre sullo stesso principio.

Qui ti lascio l’ articolo pubblicato su Science Traslational Medicine: http://stm.sciencemag.org/content/7/273/273re1

Ahh,  è stato calcolato che un iPod di 4° generazione con batteria al 100% permetta di testare 46 pazienti, prima di scaricarsi.

Think different, Charge better.

Standard
food, science

Il nuovo ingrediente che sazia

Un gruppo di ricercatori divisi tra London Imperial College e Glasglow University  hanno da poco creato un ingrediente in grado di regolare il senso di sazietà.

L’ ingrediente contiene propionato, un acido grasso a catena corta prodotto naturalmente durante la fermentazione della fibra alimentare da parte della flora batterica intestinale; ma il nuovo ingrediente, chiamato estere inulin- propionato (IPE) , conferisce una quantità molto piu alta di propionato rispetto a quella presente in una normale dieta. Questo agisce esattamente come il propionato, andando a stiomolare il rilascio di ormoni che agiscono sul cervello per ridurre la fame, quali peptide YY e GLP-1.

Nello studio 60 volontari sovrappeso sono stati quotidinamente- poveriii – posti di fronte ad un buffet; a metà dei volontari veniva fatto aggiungere IPE in polvere sul loro cibo e all’ altro metà inulina.

Dopo 24 settimane di sbafo completo, i risultati hanno dimostrato una spiccata riduzione di adiposità addomanale e epatica nei fortunati a cui era somministrato IPE, e solo 1 volontario su 25 del gruppo IPE presentava un lieve aumento di peso.

I ricercatori evidenziano che “..molecole come il propionato stimolano il rilascio di ormoni implicati nella regolazione dell’ appetito, ma sono necessarie enormi quantità per avere un effetto visibile…”, per tale ragione i risultati ottenuti incoraggiano alla creazione di alimenti arricchiti con tale molecola, aprendo la strada alla possibilità di manipolare la flora batterica intestinale per la prevenzione di malattie e il miglioramento della salute.

Per saperne di più :  http://gut.bmj.com/content/early/2014/11/17/gutjnl-2014-307913

Buona Scienza!

..Ahh ma qualcuno di voi ci ha pensato a quel povero sfigato che pur essendo nel gruppo IPE, è ingrassato?!

Standard
Uncategorized

L’ Elisir della Giovinezza oggi si chiama Resveratrolo

Ebbene sì, hai letto bene.

L’ elisir della giovinezza si chiama Resveratrolo, e pensa un pò, si trova nel vino rosso – vabbè si, anche nelle nocciole e soia, ma parliamoci chiaro, chi preferisce la soia al vino rosso?! – 

Gli effetti e le modalità d’ azione di questo composto appartenente alla classe dei polifenoli, sono stati a lungo ricercati portando a lunghe dispute tra uso – salutare – ed abuso – non proprio benefico. Elenco un pò di effetti dannatamente positivi , quali azione cardioprotettiva, vasoprotettiva, antiossidante, anticancerogena, nonchè antidiabetica.

Alla fine, un gruppo di ricercatori dello Scripp Research Institute, California, hanno riportato in uno studio come lavora il resveratrolo nell’ organismo.

Lo fa, in pratica, nature14028-f1

“..mimando l’ azione di un amminoacido, la tirosina.  Esso si lega all’ enzima TyrRS, che una volta attivo, protegge il DNA da danni genetici legati all’ invecchiamento. Una volta attivo, induce l’ espressione di una serie di geni come p53- principale sopressore di cellule tumorali-e una serie di altri geni”della longevità” implicati nella prevenzione di danni cellulari correlati all’ invecchiamento”

Molto interessante è inoltre notare che, allo stesso modo,  il resveratrolo presenta una spiccata abilità preventiva anche nelle piante, andando a contrastere attacchi fungini a livello dei chicchi d’ uva, in cui è accumulato in quantità maggiori.

Dai un’ occhiata all’ articolo pubblicato su Nature http://www.nature.com/nature/journal/vaop/ncurrent/full/nature14028.html

..E allora cosa altro aggiungere, su i Bicchieri- ed i pollici – per il nostro amichetto!


Ahh, dimenticavo:

N.B: lo studio riporta che la  dose sufficiente ad attivare tale azione e tutti i meccanismi correlati è pari a quella contenuta in 1-2 bicchieri di vino.  Quindi, questa notizia non usarla come scusa per scolarti una bottiglia, perchè non ti crede nessuno !!! 😉

Cheers

Standard
About Me

Get Ready !

Ok, partiamo.

In genere ho sempre pensato che la scienza sia tanto affascinante quanto contorta, ma perchè?!

Io non l’ ho ancora capito, ma è per questo che la amo. Ne amo ogni aspetto, amo con quanta semplicità è in grado di mettermi K.O. presentandomi davanti cose incomprensibili, amo l’ ansia che fa aumentare pensando a se un’ esperimento andrà a buon fine, amo la possibilità che mi dà di sognare ed immaginare, oltre tutto. Amo le piccole risposte che mi dà, e nell’ attimo dopo tutti i dubbi che mi fa sorgere, ne amo il Brivido, il Bilico.

Ho pensato alla scienza perche da fashion blogger non sarei valsa 4 soldi :D, non che da Science blogger valga di più, ma almeno qui ci metto un pò di me e tanto di Lei.

La vita è come te la metti in testa; per ora nella mia testa ho solo voglia di conoscenza, da condividere con te. Leggimi quando non hai un cazzo da fare, quando hai una pausa caffè, quando sei sotto esame, o giusto per prendermi per il culo.

Con affetto

Enjoy.

Standard